Col tedesco, dopo 3 anni, si può dire che me la cavi.

Il mese scorso ero rimasto incuriosito da un venditore di grucce in un mercato temporaneo.

La caratteristica che ha scatenato in mente un’irrefrenabile voglia di comprarle è che sono pieghevoli e permettono di appendere fino a 5 altre grucce. Una di quelle idee che, seppur piccolissime, migliorano la gestione quotidiana della casa.

4 grucce per 10€, mi dice il signore. Ma sì, in fondo sono di plastica ottima e sembrano promettere un’organizzazione che, spesso, in armadio manca.

Pago e lui mi chiede, a bruciapelo: qual è la capitale del Marocco?

Non che le sappia tutte, ma in fondo, era una domanda facile. “Rabat!”, gli dico.

Avreste dovuto vederlo. Contentissimo, gli occhi che sorridono, guarda un vicino di stand e gli dice “lui la sa, lui la sa”. Chiedo spiegazioni perché credo di essermi perso qualcosa.

Lui mi dà una quinta gruccia, omaggio. Perché avevo guadagnato uno sconto, con quella risposta.

Sconto, in tedesco, si dice Rabatt.

La Germania sarà fredda, uggiosa, diversa dall’Italia. Ma quello è stato un momento di purissimo divertimento e complicità e vorrò ricordarlo sempre.

Previous articleOrdinare gli Mp3
Next articleGiochi da tavolo
Intollerante a molte cose, soprattutto a me stesso. Dipendente da arachidi, pollo e cioccolata. Odio gli errori di grammatica e di battitura. Ho intrapreso una battaglia contro i doppi spazi. Da 0 a 30 anni ho vissuto a Napoli. Diploma scientifico, 60/100, che è il giusto prezzo da pagare per un pezzo di carta. Poi due anni all'università Parthenope, ma fare il rettore mi annoiava. Per nutrire il mio cinismo, inizio a lavorare nel settore del recupero crediti. Poi ho vissuto 4 anni a Monaco di Baviera, per contrastare il fenomeno dilagante del cappuccino accompagnato alla pizza. Sedicente showman, sedicente umorista, sedicente webmaster. Sogno di rivivere la vita di Benedetto Croce al contrario: nascere a Napoli, morire a Pescasseroli. Sulla mia autopsia ci sarà scritto "è morto di intolleranza".

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.