Geister, Geister, Schatzsuchmeister!, vincitore del premio Kinderspiel des Jahres 2014.

Ciò che sembra uno scioglilingua tedesco, in realtà è un piacevole gioco collaborativo, vincitore del premio “gioco dell’anno” per ragazzi. Nella modalità difficile offre comunque una buona sfida anche per giocatori più esperti.

Ambientato in una magione infestata da fantasmi, impersoneremo 4 esploratori alla ricerca di alcuni gioielli.

Ottimi i materiali e, soprattutto, le illustrazioni delle carte: ogni lettera ha una differente illustrazione, a tema con la stanza indicata:

Carte

Il gioco è stato successivamente tradotto, col titolo Ghost fightin’ treasure hunters e, soprattutto, le carte con testo sono state adattate con icone prive di testo e, pertanto, indipendenti dalla lingua.

Articolo precedenteCome funziona Airbnb
Articolo successivoCosì fans tutte
Intollerante a molte cose, soprattutto a me stesso. Dipendente da arachidi, pollo e cioccolata. Odio gli errori di grammatica e di battitura. Ho intrapreso una battaglia contro i doppi spazi. Da 0 a 30 anni ho vissuto a Napoli. Diploma scientifico, 60/100, che è il giusto prezzo da pagare per un pezzo di carta. Poi due anni all'università Parthenope, ma fare il rettore mi annoiava. Per nutrire il mio cinismo, inizio a lavorare nel settore del recupero crediti. Poi ho vissuto 4 anni a Monaco di Baviera, per contrastare il fenomeno dilagante del cappuccino accompagnato alla pizza. Sedicente showman, sedicente umorista, sedicente logo designer. Sogno di rivivere la vita di Benedetto Croce al contrario: nascere a Napoli, morire a Pescasseroli. Sulla mia autopsia ci sarà scritto "è morto di intolleranza".