Curiosando online, sono venuto a conoscenza dei “Van Go”. L’idea è molto semplice: avete presente il gioco della Settimana enigmistica “Che cosa apparirà”? Colorare sezioni del disegno, per far apparire un soggetto.Che cosa apparirà

 

 

 

 

 

 

 

 

Ecco il principio alla base dei dipinti Van Go. Con una ventina di euro ed alcune settimane di attesa, sarà possibile testare le proprie capacità artistiche.

Io ho scelto questo qui:

Van Go #6

Il pacchetto si presenta con alcuni pennelli e dei vasetti con una ventina di colori, che conosco bene perché sono gli stessi utilizzati dai tatuatori.

Serve molta pazienza e il risultato sarà sicuramente diverso dalla foto originale, ma un po’ alla volta riuscirò a riempire questo Van Go.

Ho fatto qualche foto dei materiali e della confezione, per dare un’idea del prodotto.

 

Qui il sito ufficiale, con decine di quadri, alcuni di artisti famosi come Pablo Picasso, Leonardo Da Vinci ed, ovviamente Vincent Van Gogh.

Van Go #2

 

 

 

 

Van Go #5

 

 

 

 

Van Go #1

Van Go #4

Previous articleCittà per due
Next articleBohemian Rhapsody
Intollerante a molte cose, soprattutto a me stesso. Dipendente da arachidi, pollo e cioccolata. Odio gli errori di grammatica e di battitura. Ho intrapreso una battaglia contro i doppi spazi. Da 0 a 30 anni ho vissuto a Napoli. Diploma scientifico, 60/100, che è il giusto prezzo da pagare per un pezzo di carta. Poi due anni all'università Parthenope, ma fare il rettore mi annoiava. Per nutrire il mio cinismo, inizio a lavorare nel settore del recupero crediti. Poi ho vissuto 4 anni a Monaco di Baviera, per contrastare il fenomeno dilagante del cappuccino accompagnato alla pizza. Sedicente showman, sedicente umorista, sedicente webmaster. Sogno di rivivere la vita di Benedetto Croce al contrario: nascere a Napoli, morire a Pescasseroli. Sulla mia autopsia ci sarà scritto "è morto di intolleranza".